Raffrescatori evaporativi: una scelta economica ed ecologica per ambienti industriali e civili.

Immaginiamo una serata ventilata da brezza naturale, dove il soffio di un gradevole venticello raffresca il nostro ambiente.

I raffrescatoti, grazie al naturale potere dell’acqua, riproducono con bassi consumi energetici questo piacevole effetto, sicuramente più naturale del climatizzatore, generando un flusso di aria fresca trasversale, simile alla brezza del mare o della sera.

A differenza dei tradizionali impianti di condizionamento, i raffrescatori evaporativi sono ecologici ed economici: non utilizzano liquidi refrigeranti o gas CFC, dannosi per l’ozono; possono essere utilizzati sia in ambienti esterni che in ambienti interni con l’accortezza di mantenere porte o finestre aperte.

Qual è la differenza tra condizionatore e raffrescatore?

I raffrescatori usano un principio di raffreddamento naturale che non richiede l’uso di gas refrigeranti o di costosi compressori. Questo si traduce in risparmio sui costi d’acquisto e dei consumi di energia elettrica con vantaggi notevolissimi anche nel breve periodo.

Come funziona un Raffrescatore Evaporativo?

raffrescamentoEvaporativo

I raffrescatori evaporativi si servono di:

  • pannelli di raffreddamento evaporativi
  • di un sistema di distribuzione dell’acqua dotato di pompa che mantiene i pannelli sempre umidi
  • di un grande ventilatore (installato all’interno della macchina) con il compito di far attraversare all’aria, che verrà immessa nell’ambiente da raffrescare, i pannelli umidificati.

 

Principio teorico

Il raffrescamento evaporativo è costituito dallo scambio di energia tra acqua e aria.SCHEMA-FILTRO-NIDO-APE-POLIFEMO-ARGO.jpg

L’energia necessaria per evaporare l’acqua viene prelevata dall’aria che in questo modo perde parte della sua temperatura.

L’energia nell’aria può essere suddivisa in due parti:

  • il calore sensibile, cioè quello percepito e quantificabile che si ottiene misurando la temperatura dell’aria
  • il calore latente, cioè l’energia utilizzata per evaporare l’acqua nell’aria

Anche se la quantità di calore al termine del passaggio rimane costante, la temperatura dell’aria più bassa e la lieve ventilazione rendono il caldo percepito molto più tollerabile e piacevole.

L’aria calda dell’ambiente attraversa un pannello bagnata
L’acqua assorbe il calore evaporando
L’aria esce rinfrescata e purificata senza bisogno di altri liquidi refrigeranti
L’energia elettrica viene usata solo per il ventilatore e la carica d’acqua

Quando conviene usare un raffrescatore?

I raffrescatori sono la soluzione ideale per abbassare la temperatura di luoghi in cui non è possibile chiudere le porte. 

Per gli ambienti di lavoro, gli esempi più comuni sono le officine, i capannoni ed in generale tutti i casi in cui le correnti d’aria renderebbero l’uso dei normali condizionatori a gas solo uno spreco di energia.

Ma i raffrescatori trovano impiego anche al di fuori degli ambienti industriali e sono particolarmente utili nelle sale banchetti, nei teatri, nelle sale conferenze, nelle sale mostra ed in molti altri luoghi pubblici.

Quali sono i vantaggi di un raffrescatore?

  • Temperature confortevoli: 5~10°C in meno con 2 € al giorno
  • Migliore conservazione di merci e attrezzature
  • Il potente ventilatore montato sui raffrescatori garantisce un alto numero di ricambi d’aria e questo mantiene sano l’ambiente ed elimina costantemente dall’aria i fumi e gli odori sgradevoli.
  • Facili da installare. Per l’installazione occorre solamente prevedere l’allacciamento alla rete idrica (se ne necessita, soprattutto per i modelli professionali) ed a quella elettrica.
  • La manutenzione è molto semplice poiché essenzialmente consiste nella pulizia, una volta all’anno, della vasca dell’acqua e del pannello evaporativo.
  • Non crea problemi di umidità, perché lo scambio termico tra aria ed acqua avviene all’interno del raffrescatore: l’aria calda cede il suo calore all’acqua che evapora lentamente; la percentuale di umidità trasportata nel flusso di aria è quindi minima rispetto al volume di aria movimentato;
  • Funzionali anche in ambienti esterni;
  • Aumento della produttività: l’aumento del comfort ambientale generato dai raffrescatori evaporativi contribuisce a migliorare la produttività degli ambienti lavorativi e la sicurezza del personale nel periodo estivo;

Per saperne di più, scopri tutti i modelli a questo link.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...